Un rapporto di VR-Zone riporta i dettagli di commercializzazione relativi alla terza generazione dei processori Intel Core i5  e Core i7 basati sull’ architettura Ivy Bridge.
Al momento Apple utilizza i processori Sandy Bridge(Core i5 e i7 di seconda generazione) nei suoi MacBook Pro e Air, é quindi logico prevedere che Apple passerá ad utilizzare i nuovi processori nella gamma 2012 dei suoi MacBook Pro e MacBook Air.
Esaminando da vicino le specifiche delle CPU, possiamo fare delle previsioni inerenti le caratteristiche della nuova gamma di MacBook.

Intel aumenterà la velocità del processore in tutta la sua gamma Core i5 e i7.

I modelli quad-core Core i7 inizierà a 2,6 GHz(Core i7-3720QM) mentre il top sará 2,9 GHz(Core i7-3920XM), un passo avanti rispetto alla 2.2 GHz e 2,5 GHz quad-core Core i7 trovati rispettivamente nel 15 – e 17-pollici MacBook Pro.
C’è anche una nuova CPU dual-core Core i7 funziona a 2,9 GHz(Core i7-3520M), un piccolo salto dal 2,8 GHz dual-core Core i7 trovato nel MacBook Pro da 13 pollici.
Ci saranno nuove CPU dual-core Core i5 con clock a 2,8(Core i5-3360M) e 2,6 Ghz(Core i5-3320M), questo sarà un un bel salto  dal 2,4 GHz core i5 trovato nella base da 13 pollici MacBook Pro.
Tutti i modelli dual-core supporteranno le memorie di tipo DDR3 1600 MHz.

Per il MacBook Air, Intel introdurrà due processori della serie U(Ultra Low Power) un Core i7 a 2 GHz(Core i7-3667U) e da 1,8 GHz core i5(Core i5-3427U).
Questa coppia sarà un bel aggiornamento rispetto al Core i5 da  1.6/1.7 GHz   e il Core i7 da 1,8 GHz dei MacBook Air 2011.

Dal punto di vista grafico i miglioramenti sono sostanziali,  il nuovo processore grafico Intel HD4000 supporta fino a tre schermi indipendenti (Tra cui il display portatile), 4K HD Video, OpenGL 3.1 e OpenCL1.1.

Grazie alla nuova tecnologgia costruttiva a 22nm, i processori Ivy Bridge avranno un rapporto (prestazioni/potenza assorbita) molto superiore a quella degli attuali Sandy Bridge(La potenza termica di progettazione [TDP ] van dai 17 W ai 55 W ed é programmabile).
I processori attualmente utilizzati da Apple hanno un TPD di 17W per il MacBook Air e di 35/45W per il MacBook pro.
Un vantaggio offerto dall’elevato rapporto (prestazioni/potenza assorbita) e dal TDP programmabile , é una  maggiore flessibilità nel disegno del portatile e scelta del processore.
Apple potrebbe ad esempio essere in grado di realizzare un portatile con la potenza di un MacBook Pro e il design del MacBook Air.

Poiché i processori Ivy Bridge dovrebbero essere introdotti in Aprileo 2012,  il debutto dei nuovi modelli di MacBook Air e Pro si potrebbe attuare intorno al terzo quartale 2012.

Se Apple dovesse passare a Ivy Bridge, un nuovo kernel verrá rilasciato e la possibilitá di creare Hackintosh basati sullo stesso processore sará attuabile(Come é avvenuto per Sandy Bridge).

Visto il livello di riservatezza che caratterizza ogni nuovo prodotto Apple, al momento attuale non é possibile accertare l’accurateza di queste previsioni.

 

Sorgente: MacRumors, AppleInsider