Lunedí scorso(23-04-12) Intel ha ufficialmente introdotto la terza generazione dei processori i3, i5, i7.
La nuova famiglia di processori, il cui nome in codice é Ivy Bridge, applica una rivoluzionaria tecnologia di produzione basata su un processo a 22nm e l’utilizzo dei cosiddetti transistors tri-gate.

Fra le principali caratteristiche dei nuovi processori citiamo le seguenti:

  • Un consumo energetico pari al 50% di quello normalmente richiesto da un processore convenzionale nelle stesse condizioni di carico.
  • Miglioramento delle prestazioni di calcolo pari al 5% – 15% rispetto alla seconda famiglia di processori i3, i5, i7(Sandy Bridge).
  • Miglioramento delle prestazioni grafiche pari al 20% – 50% rispetto alla seconda famiglia di processori i3, i5, i7(Sandy Bridge).
  • Supporto per riproduzione grafica con risoluzione 4K .
  • Nuovi coprocessori grafici HD2500 e HD4000 con supporto per DirectX 11, OpenGL 3.1, and OpenCL 1.1 .

I nuovi processori sono provvisti del piedino 1155 e sono retro-compatibili con la piattaforma Sandy Bridge, questo ne rende possibile l’utilizzo con schede madre provviste dei chipset H61, H67, Z68(un aggiornamento del BIOS potrebbe peró essere necessario).
Facciamo notare che per poter usufruire pienamente delle funzionalitá offerte dai nuovi processori é consigliato l’utilizzo di schede madre provviste di chipset specificatamente sviluppati, a tal titolo elenchiamo l’Intel H77, Z77, Z75, B75.

Per coloro che fossero interessati nella possibilitá di realizzare un sistema Hackintosh dotato di processore Ivy Bridge, diciamo che al momento OS X non supporta nativamente i nuovi processori e la correlata gamma di chipset.
Pur essendo possibile installare OS X Lion su un tale sistema (utilizzando  una versione modificata del kernel 10.7.3), il risultato ottenuto non é sufficientemente stabile da consigliarne  l’uso.
Si ritiene che Apple introdurrá supporto per Ivy Bridge contemporaneamente al lancio della nuova gamma dei MacBook Pro, lancio previsto intorno il terzo quartale 2012.

Per una completa panoramica dei modelli disponibili vi invitiamo a visitare il sito ufficiale di Intel.